sabato 12 novembre 2016

Alchimie


Li osservavo tutti i giorni. Seduti sempre più distanti, con un cauto distacco dal rischio di sfiorarsi le mani. Concedevano ai loro occhi soltanto un casuale incontro, ritmato e quasi cadenzato da ogni fermata di metropolitana. Alle loro dita due anelli diversi. Non si appartenevano, ma una sottile linea stanca li teneva uniti ogni mattina. Pensai all'ingiustizia di incontrarsi in un momento sbagliato della vita, quando ormai le strade sono state percorse assieme ad un'altra metà. Pensai a quanto potesse essere folle o conveniente lasciare la retta via ed intraprendere un percorso accidentato. Me lo chiedevo tutti i giorni allora e me lo chiedo svagatamente adesso, adesso che quei due mancati amanti non esistono più e mi piace immaginare per loro un finale diverso: morbido e croccante; naturalmente dolceamaro.

Ingredienti

Per la base:
250 g di farina 0
125 g di burro
1 pizzico di sale
1 uovo
30 ml di acqua

Per il ripieno:
400 g di zucca
1 uovo
50 g di grana grattugiato
50 g di pancetta
5 amaretti
sale


Preparate la base inserendo nel mixer la farina, il burro tagliato a pezzetti, il sale e l'uovo e azionate l'apparecchio per 20 secondi. Aggiungete l'acqua e frullate ancora per 10 secondi. Lavorate leggermente l'impasto con le mani e fatelo riposare per 30 minuti.
Cuocete al vapore la zucca per circa 20 minuti o fino a che sarà tenera. Schiacciatela con una forchetta, salatela ed aggiungete un uovo ed il grana. Mescolate accuratamente, aggiungendo alla fine la pancetta tagliata a pezzetti.
Stendete la pasta e rivestite una teglia rettangolare, riempite con il composto di zucca e livellate. Cospargete con gli amaretti sbriciolati e cuocete in forno preriscaldato a 180° per circa mezz'ora. Fate raffreddare prima di servire.




34 commenti:

  1. Buonissima questa crostata, mi piace molto l'abbinamento zucca e amaretti .. gnam!!
    Baci e buon weekend.

    RispondiElimina
  2. Magari esistono ma altrove 🤗
    Molto invitante la tua crostata! Buon week end

    RispondiElimina
  3. Semplice e bella!
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  4. Gli amori impossibili, malinconici, tristi... eppure così intriganti, come questa crostata! :)

    the smell of friday ☕

    RispondiElimina
  5. Una crostata deliziosa :) a presto
    Rosy

    RispondiElimina
  6. Conosco cosa vuol dire, sapere che c'è una persona a cui non puoi legarti per mille ragioni,ma che per mille ragioni in un tempo diverso sarebbe appartenuta a te. Le alchimie tra le persone sono proprio come quelle del cibo e credimi non potevi scegliere abbinamento tanto più perfetto!!! Adorabile Annalisa!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Silvia, che parole meravigliose :*
      grazie di cuore

      Elimina
  7. Mi ha fatto sognare il tuo intro....

    RispondiElimina
  8. ma che meraviglia la tua crostata! e poi mi piace l'abbinamento zucca e amaretti :))

    RispondiElimina
  9. bellissima la tua introduzione....penso a quanto sia deliziosa la zucca adesso che ho incominciato ad apprezzarla, un abbraccio grande

    RispondiElimina
  10. Zucca ed amaretti due sapori dolci per contrastare un pensiero amaro. Bella crostata! Un saluto

    RispondiElimina
  11. Che spettacolo!! una crostata con il ripieno tipico dei tortelli.. buona buona! buon lunedì :-D

    RispondiElimina
  12. Gli amori impossibili hanno sempre un che di malinconico ma sono anche molto intriganti e coinvolgenti. Come è intrigante questa crostata, davvero bellissima

    RispondiElimina
  13. Che crostata interessante, guardandola con sopra gli amaretti pensavo si trattasse di un dolce, poi, quando ho letto gli ingredienti con grana e pancetta mi sono incuriosita.
    Grazie per la stupenda ricetta particolare che rifarò al più presto.
    Complimenti per il blog e per le tue ricette.
    Un saluto da Gabry
    http://www.laforchettarossa.it/

    RispondiElimina
  14. La mia adorata zucca!!!!!Ghiottissima questa crostata salata!

    RispondiElimina
  15. Abbinamento molto curioso e autunnale, perfetto per questa stagione! :-D

    RispondiElimina
  16. ...quasi una storia da libro...di certo una storia che avrebbe potuto avere un finale meraviglioso...quello sfiorarsi delle mani...meraglioso quasi come la tua crostata il cui abbinamento zucca/amaretti è come quell'incontro!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche io Mila ho pensato alla stessa alchimia..

      Elimina
  17. Ma che bontà questa crostata con i colori, profumi e sapori di questa meravigliosa stagione! Un bacio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie cara, sono contenta che ti piaccia! :)

      Elimina