giovedì 3 maggio 2018

Fiori di maggio


Mi ricollego al post precedente mentre peso metaforicamente la fatica di certi giorni e certi errori, dei momenti difficili e dei momenti facili in cui però non sono stata capace di ridere. Dall'altra parte c'era la spensieratezza e quel fatalismo che avrei tanto voluto possedere. Quanto sarebbe stato bello esclamare "ma sì, in fondo che importanza ha?", invece di esaminare giorni, ore, minuti, parole, sguardi e assenze? Quel giorno allora c'ho pensato bene. Poi sono andata alla ricerca di margherite, le ho messe vicine ad una alzata che mi piace tanto, ed ho pensato che quella scritta home potesse avere un senso nascosto ed intorno a questo ho creato un sogno e dentro quel sogno ho mescolato un po' di ingredienti nuovi ed un pizzico di ingenua ironia. Il risultato è stato sorprendente..


Ingredienti

2 uova
250 g di carote
100 g di mandorle
100 ml di acqua
80 g di olio di semi
200 g di farina 0
150 g di zucchero
10 g di lievito vanigliato
scorza di un'arancia non trattata


Tritate le mandorle fino a ridurle in farina e mettete da parte. Sbucciate le carote e tritatele finemente. Montate le uova con lo zucchero ed aggiungete successivamente l'acqua e l'olio. Mescolate ed aggiungete la farina di mandorle ottenuta e le carote tritate. Setacciate la farina con il lievito ed aggiungeteli al composto. Grattugiate infine la scorza d'arancia e mescolate. Distribuite il composto negli stampi a semisfera (io ho ottenuto 17 tortine) e cuocete a forno preriscaldato a 180° per circa 25 minuti. Fate raffreddare prima di sformare e servire.


22 commenti:

  1. Bellissime, delicate e romantiche :-)

    RispondiElimina
  2. Mi riporti indietro all'infanzia, perchè le Camille erano tra le mie preferite in quegli anni! Sono deliziose, piccole che stanno dentro ad una mano, chissà che bontà! Hai fatto bene Annalisa a raccogliere le margherite, forse sono state d'ispirazione, forse hanno fatto da cornice ad una bella alzatina...insomma, romantiche! Ti auguro un buon quasi fine settimana! a presto e un abbraccio

    RispondiElimina
  3. Deliziose le camille per una golosa merenda e splendida la romantica presentazione per un meraviglioso mese di maggio, il mio mese preferito, che speriamo viri al bello!!!
    Baci

    RispondiElimina
  4. Io li amo questi dolcetti golosi.. genuini e sofficiosi!!! Son perfette.. bacioni e buon w.e. :-*

    RispondiElimina
  5. Foto molto belle e che dire delle camille? Buonissime!

    RispondiElimina
  6. Cara Annalisa ho scoperto oggi il tuo blog, mi piacciono molto le camille e davvero belle le tue foto :)
    Quanto al resto mi sono ritrovata in te, anche a me piacerebbe ogni tanto riuscire a pensare che infondo... di una certa cosa non me ne importa niente, farmela scivolare addosso, lontano dai miei pensieri... ma non è sempre facile.
    Certo uscire a raccogliere quelle margherite è stata davvero una scelta saggia perchè il contatto con la natura scaccia ogni brutto pensiero ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai proprio ragione Erica.. un abbraccio e benvenuta

      Elimina
  7. Credo che bisogna nascerci con certi caratteri!!!
    Poi se due margherite, un'alzatina ti fanno venire il sorriso e sfornare queste delizie...ben venga tutto!!!!
    Buona giornata

    RispondiElimina
  8. che bei fiori,questo è il messe dei fiori,mai titolo più azzeccato,complimenti,felice serata

    RispondiElimina
  9. Ciao buonissime e leggere, michelaencuisine

    RispondiElimina
  10. i love margherite!!!!! i love maggio! i love questi dolcetti!

    RispondiElimina
  11. Deliziose queste camille, hanno un'aria impalpabile e soffice. Un bacio

    RispondiElimina