domenica 27 gennaio 2019

Ridere di me


In mezzo a noi un solo bicchiere. Liquido cristallo. Da scioglierci un nodo in gola. Nel silenzio della sera e delle nostre ultime confessioni. Qualcosa di caldo nonostante il ghiaccio e l'inverno. Qualcosa buttata più in là, distrattamente, ai piedi di una fugace storia d'amore. Lontano da noi e dalla tua tosse finta per distogliere l'attenzione e l'amore, e tu guardavi così lontano, ed io che non capivo ma ridevo, e ridevo. 



Ingredienti, per 4 persone

350 g pasta tipo calamarata
250 g di zucca mantovana già pulita
300 g di funghi champignon
100 g di passata di pomodoro
1 cucchiaio di concentrato di pomodoro
1 spicchio d'aglio
olio evo
sale
qualche rametto di rosmarino


Cuocete la zucca al vapore facendo attenzione a non farla sfaldare. Una volta cotta tagliatela a cubetti e mettete da parte. Pulite i funghi e tagliateli a fettine. In una padella soffriggete con qualche cucchiaio d'olio lo spicchio d'aglio, aggiungete prima la zucca e successivamente i funghi e cuocete per 15 minuti circa, aggiungendo man mano se necessario un po' d'acqua. Unite la passata di pomodoro ed il cucchiaio di concentrato, mescolate e fate cuocere fino a che il pomodoro si sarà ristretto. Salate, aggiungete qualche ago di rosmarino e condite con un filo d'olio evo. Cuocete la pasta al dente e fatela saltare in padella qualche minuto con il condimento prima di servire.

23 commenti:

  1. Questo piatto lo trovo rassicurante! Con la zucca che avvolge ogni singolo anello di pasta! È bello ridere, se poi c'è anche amore è ancora meglio! Un abbraccio amica mia

    RispondiElimina
  2. Mi emozioni ogni volta, Annalisa.
    Rimango sempre incantata da questo tuo modo incredibile di abbinare gusto e riflessioni.
    Baci,
    MG

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sei stupenda Maria Grazia, è bellissimo condividere pensieri e ricette con amiche come te

      Elimina
  3. Ridere e sapersi emozionare... forse il segreto di un amore duraturo che sa evolvere nel tempo! Una ricetta calda e avvolgente, perfetta in queste domeniche invernali. Un abbraccio

    RispondiElimina
  4. Questa pasta deve essere proprio un favoloso confort food, avvolgente e saporito. Come una bella copertina di lana fatta dalla nonna

    RispondiElimina
  5. Sempre coinvolgenti le tue riflessioni, fanno pensare e rivivere esperienze ..... meraviglioso quel ricco e gustoso piatto di pasta!!!
    Baci

    RispondiElimina
  6. Un primo piatto strepitoso!
    baci
    Alice

    RispondiElimina
  7. Avrebbe potuto scaldare molte sere d’inverno, quel bicchiere di vino o sarebbe bastata solo la complicità di un sorriso, uno in più, ma consapevole. Avrebbe potuto, se non fosse stato così lontano lo sguardo. E sarebbe bastato poco: quel bicchiere di vino e un piatto di pasta, morbido e caldo.. e quel ridere, complice

    RispondiElimina
  8. Ma che bontà!!!! smack e buona domenica :-*

    RispondiElimina
  9. Che voglia mi hai fatto venire con questo piatto ricco di sapori!

    RispondiElimina
  10. Questo piatto deve scaldare davvero il cuore. Mi fa pensare a un pranzo romantico, un bicchiere di vino, e sguardi sognanti

    RispondiElimina
  11. good post 😊 would you like to follow each other? if the answer is yes, please follow me on my blog & i'll follow you back. https://camdandusler.blogspot.com

    RispondiElimina
  12. beh davvero buonissima e molto invitante!

    RispondiElimina
  13. Un piatto che per me è un comford food ^_^
    Bravissima!

    RispondiElimina