domenica 24 settembre 2017

Sei



Nessuna certezza a parte il tuo nome, che mi sembra di vedere dappertutto, con il suo suono così forte e musicale, con il suo piglio deciso e perentorio. Sei tu, sei così. Sei quella cosa destabilizzante che fa perdere il fiato ed una razionalità costruita a fatica, quello che sa smontare quella posa un po' rigida con cui cerco inutilmente di non farmi sferzare. Ma a te basta poco e lo sai. Eppure, appoggiati nell'unica ombra di un'assolata Milano, nonostante mi perdessi nei tuoi occhi riuscii ugualmente a capire come il tuo sentimento per me si fosse perso in quelle strade, in quelle strettissime vie dove in passato c'eravamo rifugiati dagli sguardi del mondo e di chi non ci avrebbe mai capiti. Come finiscono le cose...come, quando? esiste forse un momento preciso in cui si è spezzato all'improvviso quel filo che ci teneva uniti seppur lontanissimi? Me lo chiedo oggi, ieri, domani. 



Ingredienti, per una teglia da 22 cm

250 g di ricotta
200 g di farina 0
150 g di zucchero
2 uova
60 ml di olio di semi di girasole
10 g di lievito vanigliato
mirtilli freschi
succo di limone
zucchero al velo


Montate le uova a temperatura ambiente con lo zucchero. Aggiungete la ricotta e l'olio continuando a mescolare delicatamente. Setacciate la farina ed il lievito e versate il composto in una teglia imburrata ed infarinata. Aggiungete i mirtilli, precedentemente lavati e conditi con del succo di limone, premendoli con un cucchiaino nell'impasto. Cuocete in forno statico preriscaldato a 180° per circa 40 minuti. Fate raffreddare prima di sformare e servire, se vi piace spolverizzando la torta con poco zucchero al velo.



32 commenti:

  1. Non ci pensare credimi.. altrimenti si impazzisce!! Goloso invece il tuo dolce.. :-* baci e buona serata

    RispondiElimina
  2. Mi dispiace percepire la tua tristezza, che ti posso dire se non guarda avanti e non smettere mai di amarti e di coccolarti e l'idea di questa dolce torta direi che è perfetta allo scopo, che dici passo da te e ce la gustiamo insieme?
    baci
    Alice

    RispondiElimina
  3. mamma mia che gola che mi fa questa torta...
    ricotta e mirtilli, un binomio golosissimo che si sposa divinamente bene

    RispondiElimina
  4. I fili, fili che uniscono, che si allungano a coprire distanze, che si accorciano per cercare di colmare. Fili che si intrecciano, e a volte si spezzano. C'è un filo di malinconia oggi, e vorrei poterti dire che passerà ...questa torta è splendida, bella nella sua rotondità, con quei mirtilli che sono riusciti a restare in superficie, senza cadere...e allora tutto è possibile! Un abbraccio amica mia

    RispondiElimina
  5. Spesso le cose accadono senza un perchè, senza che ce ne si renda conto. L'importante è rialzarsi, continuare a sognare e lottare per essere felici. Sicuramente una fetta di questa delizia non può che aiutare a trovare nuove energie positive

    RispondiElimina
  6. Un abbraccio, splendida Annalisa. Sei speciale.
    MG

    RispondiElimina
  7. Ma che deliziosa torta cara... soffice e golosa!!!

    RispondiElimina
  8. Che parole tristi tesoro, guarda avanti con fiducia!!!
    Che buona questa torta sembra perfetta per una merenda.
    Ti abbraccio

    RispondiElimina
  9. Una male comune questi epiloghi amari in questi casi una bella torta di fetta può essere di aiuto e domani..sarà un altro giorno tutto da scrivere, un saluto

    RispondiElimina
  10. Dove si è rotto il filo di seta che ci univa?...e scendeva giù guù giù dall'universo cendeva giù...come?...non so se ho capito bene tu non vuoi venire...a cercare insieme, a cercare insieme....dove si è rotto il filo...hai mai sentito questa meravigliosa canzone di Elisa? Anche io mi pongo queste domande spesso. Ieri però ho comprato dei mirtilli...credo, di essere telepatica con te! Ti abbraccio!

    RispondiElimina
  11. buonissima questa torta, la segno e la farò presto !

    RispondiElimina
  12. ...per un attimo credevo di leggere tra le tue righe i miei ultimi 12 mesi...poi x fortuna ho riletto bene "Milano"....
    Molto bella ala ricetta, chissà...potrebbe finire nel mio forno!!!
    Buona giornata

    RispondiElimina
  13. Parole intense da leggere in punta di anima! Che spettacolo la tua torta, una bontà da assaporare con una tazza di tè fumante. Un bacione

    RispondiElimina
  14. Destabilizza, fa perdere l'equilibrio, uno sguardo che prima faceva stravolgere ogni cosa e che ora si rivolge altrove, sentirsi in grado di superare tutto e un attimo dopo avere solo addosso il peso di quello che non c'è più. Ma per fortuna esistono tante vie, tanti luoghi in cui guardare, occhi in cui perdersi. Si camminerà a fatica, all'inizio, vacillando tra le incertezze e i dubbi di non essere all'altezza, ma poi.. poi passerà. La strada da percorrere la stai tracciando con piccoli mirtilli. E sarà bellissimo vedersi uscirne forte, sicura, perché quella sicurezza arriverà da te stessa e nessuno potrà più togliertela. Ti abbraccio, forte, forte!

    RispondiElimina
  15. A volte la vita è davvero difficile, e una fetta di questa tua deliziosa torta è proprio quello che ci vuole per dare un segno positivo alla giornata . Segno la ricetta e la provo presto . Un saluto, Daniela.

    RispondiElimina